vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

In memoria di Claudio Bonivento

Prof. Claudio Bonivento

Bologna, 19/02/2014

Persona di grande intelligenza, appassionato come pochi alla professione di docente, che ha sempre svolto in modo serio e competente.

Un vero Professore dell’Alma Mater cui ha dato tanto, portando lustro con riconoscimenti a livello internazionale.

Professore che ha tenuto ai propri Allievi come ai propri figli, guidandoli con estrema delicatezza e lungimiranza scientifica, premiando l’impegno e le capacità prima di ogni cosa.

Ci mancherà la sua guida, la sua visione scientifica, la sua forza unita alla sua grande umanità.

Il gruppo di Automatica, il Dipartimento Guglielmo Marconi, l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e l’intera comunità scientifica perdono un esponente di grande valore e lo ricordano con affetto, riconoscenza e stima.

 

 

Testimonianze

 

Tra i tanti ricordi e riconoscimenti, a Claudio anche il merito di avere creato una “scuola bolognese” di Automatica, dove numerosi docenti e ricercatori si sono formati sotto la sua guida lungimirante. È grazie a loro che proseguirà ora la sua opera.Claudio è stato per noi non solo una guida scientifica, ma anche un amico alla cui saggezza ed esperienza ci siamo molte volte affidati. Generoso di consigli, ci ha sempre aiutato con misura, stile ed equilibrio. Abbiamo perso un Maestro, un vero esempio di scienziato e ricercatore.

Il gruppo di Automatica dell’Università di Bologna

 

 

Ho conosciuto il Prof. Bonivento esattamente il 2 settembre 2001, quando mi trasferii a Bologna. Fu di poche parole in quell'occasione, mi osservava, scrutava e pensava, pensava, pensava quello che più volte mi ha detto: era preoccupato da questo trasferimento così a scatola chiusa. E io, dal mio canto, ero preoccupata da quest'uomo che mi parlava poco e che mi scrutava e osservava con fare severo.Col tempo ho imparato a conoscerlo e alla fine a capire le sue sfaccettature, come pure spero abbia fatto lui. Andando via due anni fa, ebbe delle parole nei miei confronti che mi hanno toccato, e ci siamo lasciati con un "CIAO, ci verrai a trovare, ci rivedremo", e invece....non l'ho mai fatto.

Laura Santoro
Politecnico di Milano

 

 

Con dolore per la Sua improvvisa scomparsa ma con ammirazione e stima, ricordo il Collega e amico Claudio che si distingueva per capacità scientifiche e organizzative, ben informato sui problemi di una società moderna.
Fedele all'Istituzione universitaria era sempre pronto a intraprendere nuove strade di cultura con determinazione e spirito di scuola.
In Accademia delle Scienze si era messo in luce per la Sua opera di diffusione della cultura tecnica oltre i confini del ruolo di Docente, con la promozione di importanti eventi rivolti a un pubblico più vasto. Sentirò la Sua mancanza anche in questo ambito.

Il collega Alessandro Freddi

 

 

I am writing to express my sincere condolences to the University of Bologna and the Family of Prof. Claudio Bonivento, after hearing the sad news of his sudden departure.
Professor Claudio Bonivento was one of the main founders of AlmaTong Program, the Double Degree educational program in Automation between Tongji University and the University of Bologna.
He made significant contribution to teaching, research and education in two Universities. His passing is a great loss to the cooperation between two universities.
We are truly grateful to his contribution and will always cherish those unforgettable memories of him. I sincerely hope that all colleagues and students of two universities will convert sorrows into strength, strive for his noble morality and advance with rigorous scholarship to the new stage of our cooperation.

Fang Shouen
Vice President of Tongji University of Shanghai

 

 

Per quelli di noi più anziani, viene a mancare un maestro, di ricerca e di accademia, ma soprattutto un grande amico, che ha sempre guardato ai giovani del gruppo di automatica (un tempo ero giovane anch'io) con grande rispetto e affetto; anche e soprattutto al di fuori del suo Ateneo; ed è per questo, ne sono sicuro, che la sua mancanza peserà anche tra coloro che tra noi sono i più giovani. 
Personalmente in questo momento mi sento però persino un privilegiato, per aver avuto l'onore di potermi sempre consigliare con lui, anche per quanto ha riguardato la vita (politica e di crescita) del nostro gruppo, ai tempi in cui, anche qui, ebbi l'onore di averne cura.
Per tutti noi è stato un riferimento e soprattutto, come ho già detto, un' amico; che all'accademia ha dedicato tutta sua vita; e persino il modo stesso con cui ha deciso di lasciarci ne è testimone.
Mi mancherà e ci mancherà moltissimo.
Ma non per questo smetteremo di andare avanti, come anche Claudio ha sempre fatto; e come lui stesso, ne sono oltremodo sicuro, da ovunque ora si trovi ci sta ancora indicando.

Giuseppe Casalino
Università degli Studi di Genova

 

 

Il gruppo napoletano dei ricercatori di Automatica si unisce al cordoglio dei colleghi bolognesi e di tutta la comunità scientifica per la  perdita del Professor Claudio Bonivento.
A Napoli Claudio era conosciuto ed apprezzato dalla generazione dei suoi coetanei e dalle generazioni successive. Lo avvicinavano a noi sue vicende familiari ed una serie di collaborazioni scientifiche, dirette ed indirette, alcune delle quali risalenti a molti anni addietro e spezzate da una tragica morte.
Continueremo a ricordarlo non solo per le sue doti di ricercatore, pioniere in alcune applicazioni, ma anche per la sua disponibilità e per la signorilità dei suoi modi.

Il gruppo di Automatica della Federico II
Università degli Studi di Napoli Federico II

 

 

Tutto il gruppo di automatici fiorentini si unisce ai colleghi di Bologna ed alla famiglia nel dolore per la scomparsa prematura di Claudio Bonivento, che tutti noi ricordiamo con stima ed affetto.

Luigi Chisci
Università degli Studi di Firenze

 

 

Ho appreso con profondo dolore la notizia. Non mi sembrava possibile e l'ho trovata sostanzialmente ingiusta e non solo perché oltraggiosamente prematura. Il suo contributo alla nostra comunità è stato altamente positivo in qualità e quantità.
Con Claudio ho condiviso molti interessi e punti di vista a mio ricordo mai venali o meschini ma soprattutto mi sentivo privilegiato nel poter contare sulla sua amicizia.
Il mio pensiero va a Giuliana ai suoi ragazzi ed anche a quanti da lui hanno ricevuto insegnamento, suggerimenti e benefici.

Salvatore Nicosia
Università degli Studi di Roma Tor Vergata

 

 

Vorrei esprimere la mia commozione per l’improvvisa scomparsa di Claudio, che ho conosciuto assai bene avendolo avuto come guida, ma anche e soprattutto come amico durante il Dottorato e nel proseguo della carriera accademica.
Negli anni ho avuto modo di apprezzare Claudio sotto diversi aspetti, come didatta, come ricercatore e come persona, e penso di aver ricevuto un insegnamento da tutti questi suoi aspetti. Una persona per me importante ed indimenticabile.
Le mie condoglianze anche a nome di tutta la sede di Reggio Emilia.

Cesare Fantuzzi
Cristian Secchi
Lorenzo Sabattini

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

 

 

Ricordo Claudio con uno dei primi professori che seguiva interessato e curioso le mie prime presentazioni da giovane ricercatore alle riunioni di Villa Olmo. Ne avevo molta stima e simpatia.

Sauro Longhi
Rettore Università Politecnica delle Marche

 

 

Il gruppo di Automatica di Roma TRE, stupito e addolorato per l'evento inatteso e prematuro, si uniscono alla famiglia e ai colleghi bolognesi per la scomparsa di Claudio. E' stata una figura importantissima per l'Automatica italiana e ci mancherà.

Andrea Gasparri
Stefano Panzieri
Federica Pascucci
Giovanni Ulivi

Università degli Studi di Roma TRE

 

 

Desidero esprimere la sincera partecipazione dei ricercatori di Automatica dell'Università di Brescia al dolore della famiglia e dei colleghi di Bologna per la prematura e improvvisa scomparsa di Claudio Bonivento, maestro, compagno e guida di un cammino in tante occasioni percorso insieme.
Un mio personale affettuoso abbraccio alla moglie Giuliana, alla quale mi lega una sincera amicizia.

Giovanna Finzi
Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale
Università degli Studi di Brescia

 

 

Gli automatici di Palermo, in questo triste momento, sono vicini alla famiglia di Claudio e ai colleghi bolognesi.
La pacatezza e l’efficacia dei suoi interventi nell’ambito degli incontri della nostra comunità, rimarranno un ricordo indelebile per tutti noi.

Adriano, Filippo, Francesco, Francesco Maria e Laura
Università degli Studi di Palermo

 

 

Al cordoglio generale per la scomparsa di Claudio Bonivento unisco il mio personale.
Lo ricordo tanti anni fa commissario nel concorso in cui divenni ricercatore (già allora incuriosito dai primi passi della mia carriera) e poi in tante altre occasioni di incontro.
Da giovane professore, consapevole della sua autorevolezza, gli usavo dare del lei finché, ricordo distintamente, fu lui, sorpreso, a invitarmi a passare al tu.
Mi resta il piacevole ricordo della sua genuina passione per il nostro lavoro, dell’attenzione che metteva in tutti i temi connessi all’automazione e della giusta fierezza con cui parlava dei risultati della sede di Bologna.
Ci mancherà tanto.

Paolo Rocco
Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria
Politecnico di Milano

 

 

Con incredulità e grande tristezza partecipiamo anche noi del gruppo di Automatica del Politecnico di Bari al cordoglio della nostra comunità e dei famigliari per l'improvvisa scomparsa del caro Claudio Bonivento.

Biagio Turchiano
Dipartimento di Elettrotecnica ed Elettronica
Politecnico di Bari

 

 

Non mi resta da aggiungere altro alle parole commosse e di grande apprezzamento espresse da tantissimi amici e colleghi. Mi sia consentita una piccolissima considerazione.
Claudio ci ha abbandonato mentre era “al pezzo”, come a volerci dire: il nostro lavoro si fa per passione! Anche questo suo estremo messaggio mi sembra significativo di una vita spesa con entusiasmo per coltivare le nostre discipline.
Un sincero pensiero di compartecipazione al lutto alla famiglia e ai colleghi di Bologna da parte di tutti gli amici di Siena.

Antonio Vicino
Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione e Scienze Matematiche
Università degli Studi di Siena

 

 

Il gruppo di Automatica dell'Università di Cagliari si unisce al cordoglio della famiglia e di tutta la nostra comunità per l'improvvisa scomparsa di Claudio Bonivento.

Alessandro Giua
Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica
Università degli Studi di Cagliari

 

 

Io, il Prof. Paolo Fiorini e tutto il laboratorio di robotica Altair dell'Università di Verona ricordiamo e salutiamo il caro Prof. Bonivento, stimato collega e mentore.
Aggiungo il mio personale ricordo, che ieri sera, per il dolore della notizia appena appresa, non sono riuscita a scrivere. Il Prof. Bonivento è stato il primo a credere in me e a darmi la forza di affrontare questo percorso, con consigli scientifici e con l'affetto di un secondo padre.
È stato per me un ottimo mentore, a cui devo, con riconoscenza, la mia crescita scientifica e personale.
Conoscevo personalmente la sua famiglia, anche per la vicinanza delle abitazioni, perciò mi rattrista ancora di più pensare al dolore della moglie e dei figli, a cui sono vicina con affetto. 
Mi dispiace non averlo potuto salutare prima...
Ad maiora Professore, ovunque tu sia!

Marta Capiluppi
Dipartimento di Informatica
Università degli Studi di Verona

 

 

I ricercatori del gruppo di Systems & Control Technologies del CNR si uniscono al cordoglio della famiglia e dei colleghi di Bologna per la scomparsa di Claudio Bonivento, che tutti noi ricordiamo con profonda stima ed affetto.
Con la sua prematura scomparsa, la nostra comunità perde un importante punto di riferimento, che tanto avrebbe ancora potuto dare alla crescita dei controlli in Italia.

Fabrizio Dabbene
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Istituto di Elettronica e di Ingegneria dell'Informazione e delle Telecomunicazioni

 

 

Professor Claudio Bonivento was one of the main founders of AlmaTong Program, the Double Degree educational program in Automation between Tongji University and the University of Bologna.
He has made a significant contribution to founding and running this program.
He is also a respectful teacher, researcher, and educator in both two universities. So his passing away is a great loss to the cooperation between two universities.
We are truly appreciate his contribution and will cherish those unforgettable memories of him forever.
On behalf of all colleagues and students in two universities, I’d like to express my sorrow again and believe we can convert it into strength, and strive for the new stage of our cooperation together.
With our sincere prays for him.

Alex Yu Youling
Tongji University

 

 

I docenti di Automatica del Politecnico di Torino ricordano con stima ed affetto Claudio Bonivento e si uniscono ai colleghi di Bologna ed alla famiglia nel dolore per la sua prematura scomparsa.

Marina Indri
Dipartimento di Automatica e Informatica
Politecnico di Torino

 

 

Insieme a tutti i colleghi di Roma Tor Vergata mi unisco al dolore manifestato così intensamente da tutta la nostra comunità, e allo stupore per un evento così inatteso e prematuro; partecipiamo fortemente al dolore dei familiari. Ricordo Claudio con grande, e speciale, simpatia e affetto.
Ci siamo incontrati a Bologna solo pochi mesi fa fuori del nostro contesto, e in quella contingenza ha voluto cogliere l'occasione per dimostrarmi la sua squisita cordialità e gentilezza. 
La stessa che mi aveva manifestato la prima volta che ci siamo incontrati, molti decenni fa a Dusseldorf alla mia prima conferenza internazionale. 
Spero che la stima, la simpatia e l'affetto per Claudio e la veramente straordinaria condivisione del dolore manifestate in questa triste circostanza così universalmente dalla nostra comunità di automatici possa forse servire in una piccolissima misura ad attenuare il dolore dei familiari. 
Personalmente spero anche che possa aiutarli una consapevolezza che lui è realmente e rimarrà sempre realmente vicino a loro, e, mi permetto di aggiungere, a tutti noi.

Osvaldo Maria Grasselli
Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica
Università degli Studi di Roma Tor Vergata

 

 

Attoniti per la triste notizia i colleghi e gli amici del gruppo di Automatica della Seconda Università degli Studi di Napoli partecipano con affetto al dolore della famiglia per la improvvisa scomparsa del caro Claudio.
È un giorno molto triste per tutti noi.

Giuseppe De Maria
Alberto Cavallo
Ciro Natale
Salvatore Pirozzi

Seconda Università degli Studi di Napoli

 

 

Certo di interpretare i sentimenti dei colleghi della sede genovese, mi unisco al cordoglio che sta emergendo prepotente da parte degli amici della comunità italiana di Automatica. 
Non tesserò ulteriori elogi su Claudio: altri lo hanno già fatto con parole migliori di quelle che saprei esprimere io.
Mi limito a dire che i "genovesi", giovani e vecchi, hanno sempre visto in lui una persona "saggia ed amica", alla quale rivolgersi con fiducia nei passaggi difficili della vita accademica.
I ricordi personali su Claudio sono innumerevoli: siamo infatti della stessa "generazione". 
Prego gli amici di Bologna di riportare alla Signora Giuliana una parola di impossibile conforto (mi hanno colpito le parole di Turi Nicosia, che ha definito la scomparsa di Claudio "sostanzialmente ingiusta e oltraggiosamente prematura").
Ci siamo visti molte volte nelle riunioni annuali del pre-SIDRA e SIDRA, ma non credo che si ricordi di me.

Riccardo Zoppoli
Università degli Studi di Genova

 

 

A nome del gruppo di Automatica di Milano, mi unisco al cordoglio per la prematura scomparsa di Claudio Bonivento, che ricordiamo con stima e affetto.
Siamo vicini ai colleghi di Bologna ed ai famigliari.

Sergio M. Savaresi
Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria
Politecnico di Milano

 

 

Siamo rimasti profondamente colpiti dalla scomparsa di Claudio, collega ed amico carissimo, del quale ricordiamo con rimpianto la grande serieta' scientifica, il lungo impegno speso nel lavoro organizzativo per il gruppo di Automatica, le rare doti di umanità serena e cordiale.
Sgomenti per la sua dipartita cosi' improvvisa, partecipiamo con sincero affetto al dolore della Sua Famiglia.
Porteremo con noi il Suo esempio e il Suo ricordo.

Ettore Fornasini e i colleghi di Automatica di Padova
Università degli Studi di Padova

 

 

Ai tanti messaggi per Claudio vorrei aggiungerne uno personale, che si somma a quello di tutti i colleghi pisani.
L'ho conosciuto ormai tanti anni fa durante il mio dottorato a Bologna. Non era il mio tutore, ma seguiva con entusiasmo lo stesso progetto in cui lavoravo - e l'ho da sempre considerato uno "zio" accademico. Negli anni ho apprezzato il suo equilibrio ed il suo stile personale, come professore e come uomo. Ho conosciuto e mi sono affezionato, come tutti quelli che l'hanno conosciuta, a Giuliana, cui Claudio era legato in modo speciale. Ho avuto solo piu' tardi l'occasione di conoscere meglio la storia accademica e di ricerca dei suoi anni precedenti, ed è stata una piacevolissima sorpresa vedere quanti temi Claudio ha trattato e con che qualità. Ricordo la bella giornata in suo onore che pochissimo tempo fa i suoi allievi gli hanno dedicato, e quanti della nostra comunità hanno voluto portare il loro contributo all'inquadramento scientifico dell'opera di Claudio e al riconoscimento della sua importanza. Come ex presidente di una delle nostre Società, poi, Claudio non mi ha fatto mai mancare il suo appoggio, le sue osservazioni costruttive, ed il suo consiglio quando l'ho chiesto.
Mancherà a tutti noi un riferimento, un albero solido che stava ancora dando frutti preziosi per la sua Università e per l'Automatica.
Mi unirò idealmente a tutta la nostra Comunità nell'ultimo omaggio a Claudio, non potendo purtroppo farlo fisicamente.

Antonio Bicchi
Università degli Studi di Pisa

 

 

Anche a nome del gruppo di Automatica dell'Aquila desidero unire la mia voce al generale cordoglio espresso dalla nostra comunità scientifica per l'improvvisa perdita del carissimo e stimatissimo Claudio Bonivento, che sempre rimarrà nel nostro cuore come esempio di professionalità e operosità, rivestite da rare virtù di cordialità e gentilezza.

Alfredo Germani
Università degli Studi dell’Aquila

 

 

Anche tutto il gruppo degli automatici della Sapienza, colpito dalla prematura e improvvisa scomparsa del professor Claudio Bonivento, è vicino alla famiglia e ai colleghi bolognesi, e lo ricorda con profonda stima e amicizia.

Alessandro De Luca
Dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale Antonio Ruberti
DIAG – Università di Roma La Sapienza

 

 

L’improvvisa scomparsa di Claudio ci ha lasciati tutti impietriti. 
Alla stima profonda che tutti abbiamo per Lui, negli ultimi due decenni si era da parte mia aggiunta una profonda amicizia, favorita e rinsaldatasi nell’ambito dalle numerose iniziative scientifiche e culturali da lui incessantemente promosse a Bologna, tra le quali spicca  l’organizzazione del Centro di studio per il controllo Sistemi Complessi, della quale mi aveva con generosità voluto come collaboratore. 
È stato per Sua iniziativa che, negli ultimi due decenni, Bologna e il Centro da Lui voluto e diretto, oramai da me considerato come seconda casa accademica, sono stati per me l’occasione per nuovi stimoli intellettuali e hanno favorito la maturazione di più profondi rapporti umani, con Lui stesso, con la sua famiglia, e con i colleghi più giovani che alla sua scuola si sono formati.
Con la sua scomparsa, perdo un grandissimo amico, un collega alla cui visione mi sono molte volte affidato e che mi ha sempre consigliato e aiutato, con misura, stile e umanità. I suoi tratti gentili, la sua leadership ferma e al contempo soffice, rimangono un esempio e un modello di ruolo per tutti noi. 
Con grandissimo affetto mi stringo a Giuliana, della quale solo lontanamente riesco a valutare l’immenso dolore, e alla famiglia tutta.

Alberto Isidori
Dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale Antonio Ruberti
DIAG – Università di Roma La Sapienza

 

 

Sono sinceramente colpito da questa tristissima notizia, non posso purtroppo fare altro che mandarvi un caro saluto e pregarvi di porgere alla famiglia le mie sentite condoglianze.

Marcello Bonfè
Università degli Studi di Ferrara

 

 

Un altro pezzo del nostro mondo, che pure io ho percepito a lungo quasi come se fosse "permanente", che se ne va.

Gianantonio Magnani
Politecnico di Milano

 

 

Anche il nostro gruppo perugino esprime vicinanza a voi per l'improvvisa dipartita di Claudio Bonivento. Un pensiero speciale anche per la sua famiglia, a cominciare dalla moglie Giuliana.
Sono testimone della ricchezza umana che Claudio Bonivento ha seminato nei suoi anni universitari, per lo stile e l'entusiasmo con il quale ha sempre partecipato alle iniziative nazionali.
Aggiungo una piccola nota locale. Oramai una decina di anni or sono, nel 2002, in occasione dell'organizzazione del convegno nazionale CIRA a Perugia, ebbi l'occasione di incontrare un ingegnere che aveva studiato a Bologna, e si era laureato nei laboratori di automatica.
Ebbe parole di grande stima ed ammirazione per Claudio, e non solo per la ricchezza didattica, ma anche per la qualità del rapporto umano che questo ingegnere aveva sperimentato nella sua vita quotidiana di laureando.
E fu felicissimo di incontrarlo nuovamente e salutarlo a distanza di anni.
Un saluto a tutto il gruppo di Bologna, e un pensiero speciale per la famiglia

Paolo Valigi
Antonio Ficola
Mario Luca Fravolini
L'intero gruppo di Automatica

Università degli Studi di Perugia

 

 

Mi unisco a tutti nel porgere le mie più affettuose condoglianze.

Cristiano Maria Verrelli
Università degli Studi di Roma Tor Vergata

 

 

Una scomparsa prematura che ci lascia sgomenti e inermi.
Agli accorati messaggi e sincere testimonianze alla Signora Giuliana e tutta la Sua Famiglia, si unisce la mia, nella convinzione che nel cuore di tutti noi resterà vivo il ricordo di Claudio e dell' importante contributo che ha saputo dare alla nostra comunità scientifica.

Salvatore Monaco
Università di Roma La Sapienza

 

 

L'improvvisa e prematura scomparsa di Claudio, col quale abbiamo scambiato momenti di lavoro e di svago in tante occasioni, ci colpisce profondamente.
Ci uniamo ai colleghi nel porgere le nostre condoglianze alla moglie Giuliana e a tutta la famiglia.

Annamaria Perdon e Giuseppe Conte
Università Politecnica delle Marche

 

 

Enrico Canuto si unisce al dolore di familiari e colleghi di fronte alla prematura scomparsa di  Claudio Bonivento.

Enrico Canuto
Space & Precison Automatics
Dipartimento di Automatica e Informatica
Politecnico di Torino

 

 

Claudio era davvero una brava persona, capisco che cosa significhi questa scomparsa per tutti voi di Bologna.

Luigi Glielmo
GRACE, the Group for Research on Automatic Control Engineering
Department of Engineering
Università del Sannio

 

 

A seguito della improvvisa e triste notizia ricevuta a te ed ai colleghi di Bologna giunga il mio/nostro cordoglio.

Luigi Fortuna
Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica
Università degli Studi di Catania

 

 

Non riesco a trovare parole che possano aggiungersi a quelle splendide che sono già state espresse. 
Non ho avuto il privilegio di lavorare con Claudio, ma la sua amicizia  ed i suoi preziosi consigli sono stati per me di grandissima importanza.
Conserverò un dolce ricordo di Claudio durante il CDC di Firenze nel quale, come già menzionato da Alessandro, era felice ed in splendida forma. Mi permetto di allegare una fotografia scattata in tale occasione perché il sorriso di Claudio possa rimanere nel cuore di tutti noi.

Thomas Parisini
Dipartimento di Ingegneria e Architettura
Università degli Studi di Trieste

 

 

Io e tutti i colleghi automatici dell'Università della Calabria siamo rimasti attoniti alla notizia della improvvisa e inaspettata  scomparsa di Claudio e facciamo a voi e a tutti i colleghi della sede di Bologna le nostre più sentite condoglianze.
L'ultima volta che ho visto Claudio è stato ad una cena a Firenze durante lo scorso il CDC e, come al solito,  al tavolo era quello che più teneva banco parlandoci con grande entusiasmo delle sue future attività. 
Anch’io sono stato un suo allievo durante gli anni del mio dottorato a Bologna e quello che ho sempre apprezzato  in lui era la sua visione delle cose da Ingegnere prima che da Ingegnere del Controllo. Una lezione che scopro sempre più importante con il passare degli anni.
Vi prego di porgere le nostre condoglianze anche alla famiglia del caro Claudio.

Alessandro Casavola
Dipartimento di Ingegneria Informatica, Modellistica, Elettronica e Sistemistica
Università della Calabria

 

 

Insieme a Sergio, siamo stati colpiti dall'improvvisa scomparsa del Professor Bonivento, e siamo vicini alla famiglia e ai colleghi bolognesi.
Lo ricorderemo sempre con profonda stima e amicizia.

Silvio Simani
Università degli Studi di Ferrara

 

 

Per parte mia lo ricorderò sempre con affetto, lui che nelle mitiche riunioni del “40%” aveva sempre avuto parole di incoraggiamento e di aiuto per i “newby” come ero io all’epoca.

Giorgio Cannata
Automatic Control
DIBRIS – Università degli Studi di Genova

 

 

Anche i colleghi di Pavia si uniscono al cordoglio della famiglia e dei colleghi per la prematura scomparsa di Claudio Bonivento, che ha contribuito da protagonista per molti anni alla costruzione e alla crescita della nostra disciplina a Bologna e in Italia.

Giuseppe De Nicolao
Università degli Studi di Pavia

Documenti